Ricetta Torta Tenerina senza farina

torta tenerina cotta

Vi presento la ricetta della Torta Tenerina (potete vedere anche la Tenerina di Zucca) creata senza l’utilizzo della farina per aumentarne la semplicità, la velocità di creazione ma sopratutto per permettere a chi soffre di certi tipi di intolleranze di poter godere di questo fantastico dessert.

Come spiego nella ricetta vi è anche la possibilità di utilizzare un burro senza lattosio per renderla piacevole anche a chi ha altre intolleranze.
Scoprirete che questa ricetta mantiene inalterata tutta la bontà della classica Tenerina Ferrarese.

Torta tenerina senza farina

La ricetta della classica Torta Tenerina senza l'utilizzo della farina, ottima per tutti ma adatta per i celiaci.
Preparazione30 min
Cottura20 min
Portata: Dessert
Cucina: Italiana
Keyword: celiaci, cioccolato, tenerina, tenerina ferrarese
Porzioni: 8 persone
Chef: Luca Melloni
Cost: 6/7 €

Equipment

  • Tortiera da 28 cm

Ingredienti

  • 4 pz uova medie
  • 200 gr cioccolato fondente
  • 125 gr burro Se volete fare una ricetta per intolleranti al lattosio comprate quello senza!
  • 125 gr zucchero a velo Per impasto torta
  • qb zucchero a velo Per decorazione
  • qb burro per imburrare la tortiera

Istruzioni

  • Prima cosa prepariamo tutti i nostri ingredienti pesandoli prima di iniziare qualsiasi operazione.
  • Prendiamo un tegamino e una ciotola di vetro. Il tegamino lo riempiamo d'acqua, lo mettiamo sul fuoco accendendolo al minimo e lo prepariamo per sciogliere la cioccolata e il burro a bagno maria.
  • Separiamo i tuorli dagli albumi in due contenitori differenti. Mi raccomando: non sporchiamo gli albumi con il tuorlo, per evitare di rendere difficoltoso poi montarli a neve.
  • Tagliamo a scaglie il cioccolato, a pezzettoni il burro e buttiamoli nella ciotola di vetro messa precedentemente sul tegamino con l'acqua in ebollizione; usiamo il gas più basso. Teniamo d'occhio che la temperatura non si alzi troppo, vi ricordo che il burro fonde a circa 32 gradi e il cioccolato circa a 50 gradi. Io di solito quando vedo che 3/4 di cioccolata si è sciolta levo la ciotola dal pentolino e lascio che il calore residuo finisca di sciogliere cioccolato e burro. Intanto tutto torna ad una temperatura più bassa in previsione di mescolarlo con l'uovo per evitare che quest'ultimo si cuocia prima del tempo.
  • Aggiungiamo metà zucchero a velo nel tuorlo e iniziamo a montarlo con la frusta fino a che non risulti bello spumoso.
  • Mettiamo il restante zucchero a velo nell'albume e montiamolo a neve. Vi ricordo che il bianco d'uovo è ben montato quando cercando di ribaltare il tutto non si muovo il suo contenuto e non si vede liquido alla base.
  • Adesso verifichiamo che il cioccolato e burro fusi non siano ad una temperatura troppo elevata, io mi regolo semplicemente toccando il contenitore; poi mescoliamo piano piano il rosso d'uovo montato con lo zucchero a velo. Poco per volta amalgamandolo bene.
    torta tenerina rosso uovo
  • Ora viene il momento più delicato per la buona riuscita della torta: mescolare il chiaro d'uovo montato a neve nell'impasto. Questo passaggio deve avvenire poco per volta e mescolando sempre dal basso verso l'alto per permettere all'uovo di amalgamarsi senza però smontarsi, per donare spumosità alla torta finale.
    Torta tenerina albume
  • Prendiamo la nostra tortiera un pezzetto di burro e procediamo con imburrarla tutta, compreso il bordo. Poi io ci aggiungo sempre un poco di farina e cerco di cospargerci tutta la superficie imburrata.
  • Versiamo l'impasto delicatamente nella tortiera.
    torta tenerina da cuocere
  • Preriscaldiamo il forno a 190 gradi. Una volta raggiunta la temperatura informiamo e abbassiamo la temperatura a 180 gradi statico sopra e sotto. Il tutto per 20 minuti. Allo scadere del tempo sentiamo con uno stuzzicadenti se l'impasto risulta bagnato, nel caso diamo qualche minuto in più.
  • La nostra torta è pronta! Possiamo servirla così oppure decorata con lo zucchero a velo!
    torta tenerina cotta

La torta tenerina si presta benissimo per qualsiasi tipo di tavola, la possiamo presentare come antipasto, per un compleanno e ovviamente come ciliegina dopo una cena in famiglia. Possiamo decorarla a piacere oppure lasciarla così al naturale!

by Luca Melloni

Appassionato di tecnologia e del mangiar bene (chi non lo è? :-) ), sono autore in questo blog in quanto lavoro nell'ambito dei prodotti alimentari con la mia famiglia da diversi anni. Fin da quando ero piccolo sono sempre stato immerso nel mondo del cibo; già i miei nonni andavano a procurarsi il Parmigiano Reggiano con i pochi mezzi che avevano a disposizione ed ho sempre vissuto questa atmosfera. Specializzato in prodotti agroalimentari sopratutto per quello che riguarda la zona ferrarese e nell'ambito orto frutticolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.