Un assaggio di cucina ebraica ferrarese

Domenica 14 settembre è la quindicesima Giornata europea della cultura ebraica. In qualità di città capofila per l’Italia, Ferrara ha un fitto programma di appuntamenti, che ruotano intorno al tema dominante di quest’anno: “Donna Sapiens. La figura femminile nell’ebraismo”.

 

La comunità ebraica (uno dei più antichi insediamenti in Italia) fa parte della storia della nostra città, che ospita anche il Museo dell’Ebraismo e della Shoa. E visto che la Giornata europea della cultura ebraica è nata con lo scopo di diffondere la conoscenza diretta delle tradizioni ebraiche, perché non parlare anche della cucina ebraica ferrarese?
La comunità ebraica, con le sue tradizioni e festività, e con la sua capacità di mantenerle vive, ha una ricca tradizione culinaria, che parte dalle materie prime della zona d’insediamento e si lega alla vita comunitaria e religiosa.
Tra i piatti kosher che facciamo rientrare nei sapori ferraresi, i Riccioli per il giorno del Kippur sono senza dubbio il piatto che più si avvicina alla tradizione emiliana della pasta all’uovo, da gustare in brodo. Ricetta ben più caratteristica è quella degli scacchi di Pésach: una sorta di lasagna in cui si alternano strati di azzime, spinaci e ragù. Non possono mancare, poi, i salumi, ovviamente in versione kosher: ciccioli e salame d’oca in testa.Anche i dolci richiamano preparazioni tramandate da secoli, come le burriche, versione nostrana delle burichitas di origine turca, i cedrini di Purim e gli zuccherini, dolce preparato per il Pésach. Semplici frolle e sfoglie, preparate con cura per addolcire le festività ebraiche.

Avete mai assaggiato o preparato una di queste specialità kosher? Fateci sapere le vostre ricette!

Questo articolo è stato inserito in news. Bookmark the permalink.

by Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *